Sport e Periferie 2024

By in
21

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza:

AVVISO: Sport e Periferie 2024

Programma:  Presidenza del Consiglio dei ministri –  Dipartimento per lo sport

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari:

Comuni con più di 100.000 abitanti.

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda:

Data di apertura: 15 settembre 2024

Data di chiusura: 31 ottobre 2024

Valore Progettuale Minimo e massimo: 

n/a

Percentuale di cofinanziamento:

85%

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento:

Inferiore: 1.000.000,00 euro

Superiore: 4.000.000,00 euro

Descrizione Sintetica:

Con decreto del 21 maggio 2024, registrato in data 17 giugno, il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, ha definito la ripartizione delle risorse del “Fondo Sport e Periferie” edizione 2024 con la finalità di ridurre, in zone di degrado urbano, situazioni di emarginazione e di disagio psicofisico nonché di migliorare il contesto ambientale, l’inclusione sociale e la sicurezza urbana.

Nuovi investimenti del Governo per le infrastrutture sportive pubbliche, che rappresentano il cuore pulsante di ogni comunità, veri e propri baricentri di socialità, nei quali ci si ritrova, si stabiliscono relazioni, si superano le differenze e le diffidenze, alla ricerca anche del ‘risultato’, ma soprattutto del benessere psicofisico, individuale e collettivo. Con la pubblicazione dell’avviso “Sport e Periferie 2024” da parte del nostro Dipartimento per lo Sport vogliamo dare continuità al Fondo che lo scorso anno era dedicato ai Comuni sotto i 100mila abitanti, mentre l’edizione 2024, con uno stanziamento di 65 milioni di euro, si rivolge a quelli con più di 100.000 abitanti. Prevedendo l’incremento delle risorse finanziarie del Fondo da 75 a 102 mln di euro, abbiamo anche destinato ulteriori 37 milioni di euro allo scorrimento della graduatoria dei progetti ritenuti idonei del 2023. Con queste misure ci poniamo l’obiettivo di concorrere al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e delle città, contrastando sedentarietà, disagio e degrado sociale, contribuendo a rendere le infrastrutture sportive pubbliche più accoglienti, sicure, accessibili, intelligenti dal punto di vista tecnologico ed energeticamente educate, perché lo sport è una straordinaria ‘difesa immunitaria’ che va rafforzata anche migliorandone i luoghi.” – dichiara il Ministro Andrea Abodi.

Gli interventi finanziabili dovranno prevedere, in via prioritaria, il recupero degli impianti sportivi esistenti nelle zone degradate delle città, attraverso la messa in sicurezza, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’efficientamento energetico, ma anche la realizzazione di nuovi impianti sportivi.

Sono ammissibili le seguenti spese, purché coerenti con le finalità dell’intervento:

a) lavori;

b) incentivi per funzioni tecniche, ai sensi dell’art. 45, del decreto legislativo 31 marzo 2023, n. 36;

c) imprevisti;

d) pubblicità;

e) attrezzature sportive necessarie per l’allestimento di strutture e impianti, nei limiti del 10% del contributo richiesto;

f) altre voci di costo previste nei quadri economici di lavori pubblici;

g) eventuali varianti in corso d’opera, nel rispetto del d.lgs 36/2023, strettamente necessarie alla realizzazione del progetto preventivamente autorizzate, contenute all’interno della spesa complessiva del quadro economico approvato.

Non sono ammissibili:

a) eventuali costi di esproprio o di acquisto del terreno su cui deve essere realizzato l’impianto;

b) eventuali costi per l’acquisto di strutture sportive ovvero di strutture da adibire a centri sportivi;

c) sistemazione delle aree esterne se non strettamente connesse alla realizzazione o alla riqualificazione dell’area sportiva;

d) servizi e/o lavori affidati dall’ente locale in violazione delle disposizioni previste dal decreto legislativo 31 marzo 2023, n. 36;

Al fine di agevolare i Comuni nella predisposizione di elaborati tecnici adeguati al livello progettuale presentato a corredo della candidatura e conformi alle previsioni dell’art. 41 del Codice dei contratti, d.lgs. n. 36/2023, verranno riconosciute anche le spese per i servizi di progettazione, purché sostenute dopo la pubblicazione del già citato decreto 21 maggio 2024 del Ministro per lo Sport e i Giovani e comprovate da regolare documentazione amministrativa e contabile. Tali spese verranno prioritariamente imputate alla quota di cofinanziamento a carico dell’ente richiedente.

Area di Cooperazione: 

Italia

Partenariato:

n/a

Tipo di Finanziamento:

Contributo a  fondo perduto

Risorse complessive:

102 mln di euro

Link Bando:

Avviso: https://www.sport.governo.it/media/co5nlebf/avviso-2024-def_signed.pdf

Programma: https://www.sport.governo.it/it/bandi-e-avvisi/sport-e-periferie/2024/sport-e-periferie-2024-piu-di-100-milioni-di-euro-per-i-comuni/

54321
(0 votes. Average 0 of 5)
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *