PNRR - NODES - Bando a Cascata per le imprese LINEA A - Mezzogiorno SPOKE N 1– Industria 4.0 per la Mobilità Sostenibile e l’Aerospazio

By in
75

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza

Avviso: Bando a Cascata per le imprese LINEA A – Mezzogiorno SPOKE N 1– Industria 4.0 per la Mobilità Sostenibile e l’Aerospazio

Programma: PNRR – NODES (Nord Ovest Digitale e Sostenibile)

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari

Possono richiedere le agevolazioni di cui al presente Bando: 
• le Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI) che concorrono in modalità singola o collaborativa con altre imprese, aventi i parametri dimensionali di cui all’allegato I del REG (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008 (Regolamento generale di esenzione per categoria) in GUUE L 214 del 9.8.2008 
• le Grandi Imprese (GI) in modalità collaborativa a condizione che persista il requisito di collaborazione con almeno una MPMI; possono sostenere al massimo il 70% del costo totale ammissibile di progetto. 

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda

Data di apertura: 15/05/2023 (ore 10)

Data di chiusura: 04/09/2023 (ore 10)

Valore Progettuale Minimo e massimo

Valore minimo: 150.000,00 Euro (300.000,00 Euro in caso di presenza di una grande impresa)

Valore massimo: 900.000,00 Euro

Percentuale di cofinanziamento

Percentuale di contributo alla spesa Maggiorazione per collaborazione Intensità Massima 

Piccola Impresa 
Ricerca industriale         70%                                          10%                                               80% 
Sviluppo Sperimentale   45%                                          15%                                               60% 
Media Impresa 
Ricerca industriale          60%                                          15%                                               75% 
Sviluppo Sperimentale    35%                                          15%                                               50% 

Grande Impresa 
Ricerca industriale           50%                                        15%                                              65% 
Sviluppo Sperimentale     25%                                        15%                                              40%

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento

Non indicati

Descrizione Sintetica

Programma NODES (ECS00000036) finanziato dall’Unione Europea – Next Generation EU” sui fondi PNRR MUR – M4C2” –Investimento 1.5. Avviso “Ecosistemi dell’Innovazione” promuove uno schema basato su finanziamenti a cascata (Cascade funding) per sostenere le PMI, le start-up e altre entità interessate alle tematiche dell’Hub e agli argomenti trattati dagli Spoke e coinvolgono anche gli attori degli ecosistemi. In particolare, l’ecosistema NODES prevede l’attuazione di bandi a cascata per sostenere progetti Proof-ofConcept (PoC) attraverso l’erogazione di opportuni finanziamenti. 
L’obiettivo è raggiungere imprese fortemente interessate a introdurre innovazioni significative in relazione a prodotti, processi o servizi che potrebbero essere già presenti nella loro attività e che saranno quindi destinatarie di 
• Sostegno finanziario a terze parti (FSTP o cascade funding) con l’obiettivo di raggiungere obiettivi specifici, di solito nell’ambito dell’innovazione digitale. 
• Sostenere progetti pilota, dimostrazioni e/o esperimenti intrapresi dalle imprese su una specifica tecnologia o struttura innovativa. 
La progettualità espressa è orientata verso dimensioni e livelli di maturità tecnologica (TRL) elevati, con uno spostamento dalla ricerca industriale all’innovazione più prossima al mercato (fase prototipale).

Sono considerati ammissibili i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentati da imprese singolarmente o in collaborazione. 

I progetti dovranno prevedere “attività significative” di entrambe le tipologie di attività, pena la non ammissibilità del progetto ovvero dovranno essere caratterizzati da almeno il 20% del budget complessivo di ogni partner da attività riconducibili allo sviluppo sperimentale e la restante parte in attività di ricerca industriale. 

Per “ricerca industriale” (RI) si intende la ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un notevole miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti. Comprende la creazione di componenti di sistemi complessi necessaria per la ricerca industriale, in particolare per la validazione di tecnologie generiche, ad esclusione dei prototipi di cui alla definizione di sviluppo sperimentale.

Per “attività di sviluppo sperimentale” (SS) s’intende l’acquisizione, la combinazione, la strutturazione e l’utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale e altro, allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati. Può trattarsi anche di altre attività destinate alla definizione concettuale, alla pianificazione e alla documentazione concernenti nuovi prodotti, processi e servizi. Rientra nello sviluppo sperimentale la realizzazione di prototipi utilizzabili per scopi commerciali e di progetti pilota destinati a esperimenti tecnologici e/o commerciali, quando il prototipo è necessariamente il prodotto commerciale finale e il suo costo di fabbricazione è troppo elevato per poterlo usare soltanto a fini di dimostrazione e di convalida. L’eventuale, ulteriore sfruttamento di progetti di dimostrazione o di progetti pilota a scopo commerciale comporta la deduzione dei redditi così generati dai costi ammissibili. Tali attività di sviluppo sperimentale possono comprendere l’elaborazione di progetti, disegni, piani e altra documentazione, purché non siano destinati a uso commerciale. Sono inoltre ammissibili aiuti alla produzione e al collaudo di prodotti, processi e servizi, a condizione che non possano essere impiegati o trasformati in vista di applicazioni industriali o per finalità commerciali. Lo sviluppo sperimentale non comprende tuttavia le modifiche di routine o le modifiche periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentino miglioramenti.

In linea con i propri obiettivi di Ricerca e Innovazione, lo Spoke 1 raccoglie l’interesse delle aziende per migliorare le loro capacità di innovazione e la loro competitività nei settori della mobilità sostenibile e dell’aerospazio. In particolare, secondo la logica propria degli ecosistemi di innovazione, i temi di Ricerca e Innovazione dello Spoke 1 sono orientati a sostenere il percorso di sviluppo di soluzioni innovative anche attraverso collaborazioni tra imprese e con organismi di ricerca. Stante l’obiettivo di generare tangibili ricadute industriali sul territorio dell’Ecosistema NODES, i temi (e i progetti che ne risulteranno) potranno associare ad aspetti di ricerca ed innovazione tecnologica anche delle attività dedicate a supportare la definizione di strategie di innovazione. Inoltre, lo Spoke 1 intende sollecitare l’utilizzo di strumenti e tecnologie digitali, riconducibili all’ampio paradigma di Industria 4.0, sia nelle attività di ricerca e sviluppo sia nei prodotti, servizi e processi innovativi che da esse potranno avere origine.

I temi delle attività di ricerca ed innovazione dello Spoke sono declinati su 3 macro-aree: 
• Mobilità sostenibile, sistemi di ricarica e gestione veicoli elettrici: tecnologie, sistemi, servizi e nuovi modelli di business per la mobilità basata su veicoli elettrici 
• Mobilità sostenibile e green hydrogen: tecnologie per la generazione, stoccaggio, distribuzione ed impiego di idrogeno verde per servizi di mobilità 
• Aerospazio: tecnologie e strumenti per lo sviluppo di prodotti, applicazioni e servizi connessi a nano e micro satelliti ed all’impiego di dati satellitari 

Documentazione richiesta

Il richiedente dovrà presentare la domanda di finanziamento sulla piattaforma webtelemaco.infocamere.it, portale utilizzato, a livello nazionale, dalle imprese per i propri adempimenti amministrativi legati al Registro delle Imprese. 
In particolare, dovrà essere allegata a pena di irricevibilità la seguente documentazione trasmessa dal soggetto beneficiario o, in caso di progetti in collaborazione, trasmessa dal Capofila: 

PER PROPOSTA 
A) Format del progetto: file .pdf contenente la descrizione della proposta progettuale presentata redatta secondo il format “Proposta di Progetto” di cui all’Allegato A; 
B) Piano economico-finanziario: file excel contenente l’Allegato “Piano economico – finanziario di Progetto”redatta secondo il format di cui all’Allegato B; 
C) Cronoprogramma di spesa: file excel contenente l’Allegato “Cronoprogramma di Progetto” redatto secondo il format di cui all’Allegato C; 
D) Dichiarazione attestante la natura dell’OdR con allegata copia dello Statuto per la verifica della natura di OdR (se presente) secondo il format di cui all’Allegato D; 
E) Impegno alla costituzione dell’accordo contrattuale (ATI/ATS, o altra forma riconosciuta dallo Stato italiano) solo per progetti in collaborazione, sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante o dal soggetto delegato di ciascun partner.

PER OGNI BENEFICIARIO: 
F. Domanda di finanziamento – Dichiarazione debitamente compilata da ogni soggetto proponente e firmata digitalmente da ciascun Legale Rappresentate o suo delegato, elaborata secondo il format “Domanda di finanziamento” di cui all’Allegato F perfezionata con il pagamento dell’imposta di bollo attualmente vigente di 16 euro – ai sensi del DPR 642/1972 – o valore stabilito dalle successive normative. La Domanda di finanziamento attesterà il possesso dei requisiti di ammissibilità ovvero:  
Dichiarazione dimensione di impresa  
Dichiarazione di impresa non in difficoltà  
Dichiarazione di impresa indipendente da altri partner (se progetto in collaborazione)  
Dichiarazione di essere in regola con gli obblighi relative al pagamento di imposte, tasse e contributi previdenziali assistenziali, a norma dell’art 80 comma 4 e seguenti del decreto legislativo 50 del 2016  
Dichiarazione di insussistenza di cause di esclusione della procedura a norma dell’art 80 comma 1, 2,3 del decreto legislativo 50 del 2016 
Qualora il modulo di domanda sia firmato da un legale rappresentante con limitati e specifici poteri di rappresentanza che non comprendono la presentazione di domande di finanziamento per l’importo che viene richiesto, oppure sia firmato da un soggetto delegato, si richiede di incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della domanda di contributo corredato dal documento d’identità, in corso di validità, del delegante e del delegato.  

G. File contenente per ciascuna domanda di finanziamento (punto F) la seguente modulistica da allegare – debitamente sottoscritta in digitale a pena di esclusione – quale parte integrante della domanda: 
Dichiarazione di affidabilità economico-finanziaria – secondo il format Allegato G o Dichiarazione relativa al rispetto dei principi previsti per gli interventi del PNRR – secondo il format Allegato G 
Documenti per le verifiche sulla dimensione d’impresa: nel caso di collegamenti diretti e/o indiretti a monte o a valle con imprese estere, il richiedente dovrà fornire opportuna documentazione (documenti equipollenti alla visura camerale e copia degli ultimi 2 bilanci 15 chiusi e approvati o, se del caso, degli ultimi 2 bilanci consolidati chiusi e approvati) relativa alle suddette società. L’assenza di questi documenti non sarà causa di irricevibilità e potrà essere oggetto di integrazione in fase di istruttoria

Punti di attenzione

Possono richiedere l’agevolazione esclusivamente le imprese che al momento della presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti: 
• Iscrizione al Registro delle imprese e possesso di bilanci: l’impresa deve essere iscritta al Registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio da almeno un anno e possedere almeno un bilancio chiuso ed approvato; 
• Caratteristiche della sede di realizzazione del progetto: l’unità locale ove verranno svolte le attività di R&S deve essere sita e operativa sul territorio nel territorio del Mezzogiorno ovvero in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna e risultare attiva e produttiva al momento della presentazione della domanda; 
• Affidabilità economica e finanziaria: l’impresa deve osservare quanto stabilito dall’Allegato 5, ovvero essere in possesso dei requisiti economico-finanziari e patrimoniali, nonché avere prospettive di sviluppo e continuità aziendale; 
• Non identificabili come “imprese in difficoltà”; 
• Assenza di procedure concorsuali: l’impresa non deve essere stata posta in liquidazione volontaria e non deve essere sottoposta a procedure concorsuali; 
• Regolarità contributiva e fiscale: l’impresa deve avere una situazione regolare rispetto agli obblighi previsti dalle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali e in materia di pagamento di imposte e tasse in conformità con art 80 del decreto legislativo 50 del 2016.

Area di Cooperazione 

Gli investimenti, per la parte ammessa all’agevolazione, devono essere realizzati e/o ascritti nella/alla unità locale dell’impresa beneficiaria regolarmente censita presso la CCIAA, localizzata nel territorio del Mezzogiorno ovvero in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. 

Partenariato

Le Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI) possono concorrere in modalità singola o collaborativa con altre imprese.
Le Grandi Imprese (GI) devono concorrere in modalità collaborativa a condizione che persista il requisito di collaborazione con almeno una MPMI; possono sostenere al massimo il 70% del costo totale ammissibile di progetto. 
I soggetti pubblici aventi ruolo di End User possono partecipare in qualità di partner non beneficiari di contributo, a condizione che siano ricondotti alle aree di tematiche di sviluppo di NODES. 

Nel caso di progetti presentati in collaborazione, i beneficiari devono aggregarsi in associazioni temporanee di imprese o di scopo (ATI/ATS), o in altre forme contrattuali in uso nello Stato italiano. L’accordo contrattuale fra i partner è da stipularsi preliminarmente alla data di concessione e deve in particolare disciplinare i ruoli e le responsabilità dei partner. 
In particolare, l’atto costitutivo deve prevedere espressamente: 
a) l’indicazione di uno dei partner con il ruolo di Capofila; 
b) la responsabilità solidale di tutti i partner nei confronti dello Spoke per quanto riguarda l’esecuzione del progetto per tutta la durata del contratto d’obbligo sottoscritto; 
c) l’indicazione del ruolo di ciascun partner nella realizzazione del progetto;
d) accordo sui diritti di proprietà intellettuale e diffusione dei risultati.

Tipo di Finanziamento

Contributo a fondo perduto

Risorse complessive

1.460.000,00 Euro

Link Bando:

Avviso: https://www.ecs-nodes.eu/sites/default/files/2023-04/NODES-BANDO_CASCATA_LINEA_Mezzogiorno_SPOKE1.pdf

Programma: https://www.ecs-nodes.eu/

54321
(0 votes. Average 0 of 5)
Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *