Home

Centro Studi Area Sud

offre servizi integrati a supporto degli Enti Locali, Aziende e Professionisti in materia di

Progetti
Finanziati
Enti locali
Aziende
Professionisti

Chi siamo

Centro Studi Area Sud S.r.l. nasce a Dicembre 2016, da un gruppo di professionisti con pluriennale esperienza nei settori della formazione, consulenza e contabilità, con notevoli competenze acquisite in aziende leader come Centro Studi Enti Locali S.r.l. e Training Company S.r.l., con le quali collabora in partnership stabilmente.

Tali sinergie ne fanno, pertanto, una struttura in grado di offrire servizi integrati di formazione e orientamento strategico con un elevato standard qualitativo.

 

Cosa facciamo

I nostri servizi

Informazione specialistica dedicata a Enti Locali, Società Pubbliche e rispettivi

La formazione continua per Enti Locali, Pubblica Amministrazione, Società pubbliche e Aziende

Supporto di tutte le aziende nello sviluppo del proprio business

Supporto agli Enti Locali, Società Pubbliche e Aziende nei processi

Una piattaforma dedicata che permette un accesso semplificato a percorsi

Assistenza nella progettazione europea e un Archivio Bandi sempre aggiornato.

NEWS

Comunicato-stampa 2 ottobre 2020

La posizione di Centro Studi Area Sud Srl sulle vicende del Comune di Ispica

Non è nostra regola, abitudine, costume e stile intervenire sulle vicende politiche degli Enti Locali, clienti o meno d+el nostro gruppo di lavoro, e men che meno durante una campagna elettorale. E’ però per noi conseguenza obbligata quella di difendere il nostro buon nome ed il nostro operato da attacchi ed accuse gratuite, fuorvianti, scorrette e calunniose, sebbene utilizzate da chicchessia partecipi alla contesa politica nazionale, regionale, o come in questo caso, locale. Il lavoro che in tempi strettissimi è stato consegnato dal nostro staff agli Uffici comunali per la successiva discussione, valutazione e votazione del supremo Organo di indirizzo e controllo politico amministrativo del Comune di Ispica, convocato e tenutosi nei giorni di martedì 29 e mercoledì 30 settembre 2020, è stato utilizzato – prima, durante la prolungata sessione consiliare, da alcuni Consiglieri comunali (abbiamo sul punto chiesto di visionare la registrazione degli interventi), e poi, il giorno 1° ottobre 2020 in un video pubblicato sulla rete, dal Candidato Sindaco, On. Sig. Innocenzo Leontini, per “tirare in mezzo” la nostra Società, i nostri tecnici, ed il nostro lavoro, nell’agone politico, strumentalizzando il tutto a soli (ci auguriamo) scopi elettorali. Nel merito, respingiamo tutte, dico, TUTTE, le affermazioni offensive pronunciate dall’On. Sig. Leontini sul nostro conto, in quanto basate su una lettura (lettura ? forse neppure quella è stata fatta, ma probabilmente un mero racconto in “passaparola” da chi si è fatto spiegare da altri il contenuto delle carte da noi consegnate) superficiale, parziale, sbrigativa, inesperta, e partigiana, delle stesse. Entrando per alcuni dei rilievi ed accuse presentate più nel dettaglio, i citati “refusi di stampa” trovati nelle carte consegnate agli Uffici per Giunta e Consiglio comunale contenevano solo 3 errori materiali di scrittura e di riferimento che gli strettissimi tempi a noi assegnati per organizzare, realizzare e concludere il lavoro commissionato non hanno permesso di eliminare preventivamente. Segnalando altresì che tali evidenze (gli errori materiali di scrittura) sono purtroppo tipiche (e sfidiamo l’On. Sig. Leontini a dichiarare il contrario, essendo sufficiente analizzare l’attività legislativa ordinaria di qualsiasi Comune italiano, di quello di Ispica, dell’Ars e di quello nazionale) di ogni e qualunque attività legislativa. Per quanto invece attiene all’affermazione sui “conti inventati di sana pianta”, rappresentando, noi, solo e soltanto noi stessi - cioè dei tecnici del Settore pubblico che onestamente e professionalmente cercano di utilizzare la propria competenza, esperienza e scienza per metterla al servizio della Pubblica Amministrazione, non solo nelle situazioni in bonis bensì anche quando le cose finanziariamente per gli Enti non vanno bene, e vanno risolte al meglio nell’interesse di tutti i cittadini – invitiamo il citato Candidato Sindaco a fornire elementi circostanziati, valutando in loro assenza di procedere a tutelare il nostro gruppo in tutto le sedi competenti. E poi, l’apice della polemica scorretta e maleducata: il nostro compenso (“i’ sòddi”). L’elemento “fretta” che a quanto pare non ha rappresentato per il nostro gruppo di lavoro una idonea giustificazione per gli refusi di stampa lasciati nei documenti o per la accusata “invenzione sui numeri”, ha giocato invece un brutto scherzo all’On. Sig. Leontini ed a chi lo ha sinteticamente informato del contenuto della nostra Proposta presentata agli Uffici comunali, utilizzata per formalizzare con Determinazione l’incarico in oggetto. Infatti, i 75.000 Euro citati nelle dichiarazioni del Politico ispicese non sono il compenso richiesto per il lavoro sulla predisposizione della proposta di “Piano di riequilibrio finanziario pluriennale” poi discussa e non approvata dal Consiglio, bensì la nuova soglia che il Legislatore governativo ha previsto per gli affidamenti diretti senza gara (passata dai precedenti 40.000 agli attuali 75.000 Euro ai sensi dell’art. 1 della Legge n. 120/2020 – “Decreto Semplificazioni”). Un abbaglio di non poco conto, direi. Ma la trasparenza che ci contraddistingue ci induce a quantificare, fino a querela di falso, il reale compenso richiesto dalla nostra Società (invitando tutti gli interessati a farsi una lettura attenta delle Determinazioni pubblicate sul Portale internet del Comune): Euro 13.000 per il lavoro in questione, Euro 1.950 per l’avvio di un intervento di verifica della fiscalità erariale da cui potrebbero sorgere importanti crediti fiscali a favore del Comune, da allocare legittimamente tra le entrate nel bilancio comunale, che solo se produrrà risultati sarà remunerato con un 20% di quanto messa a disposizione dell’Ente (per inciso ma di fondamentale importanza: basterebbero solo 20.000 Euro di recupero fiscale per rendere completamente non costosi per il bilancio comunale gli interventi professionali realizzati dal nostro staff). Prima che mi dimentichi: il totale dell’onere a carico delle finanze pubbliche per il Comune di Ispica a seguito del nostro lavoro è quindi di 14.950 Euro, che solo per casualità (credeteci, è veramente così!!!) ammonta ad Euro 50 in meno del compenso attribuito al gruppo di consulenti che per 6 mesi ed oltre ha avuto la pratica del risanamento finanziario del Comune di Ispica in gestione, gruppo di lavoro che comunque ci risulta essere stato – importante anche questo: prima del nostro arrivo in Comune – pagato sino all’ultimo centesimo di Euro . Invece sulla “questione Catania”, ci riserviamo di valutare le dichiarazioni rese dall’On. Sig. Leontini, perché contengono calunniose e false insinuazioni formulate nei riguardi del nostro gruppo di lavoro. In conclusione, invitiamo l’Onorevole, il Sig. Leontini – e dopo l’ascolto della registrazione della prolungata seduta consiliare del 29-30 settembre u.s., se del caso i Consiglieri comunali che ci avessero diffamato – a fornire concretamente e documentalmente le prove di quanto affermato a nostra accusa, comunicando sin d’ora che in caso di mancata dimostrazione valuteremo se ed in quali sedi tutelare la nostra reputazione, costruita e fortificata da attività resa presso molteplici Enti Locali in tutta Italia.

Centro Studi Area Sud Srl

Ufficio Stampa

maggiori informazioni?

Risponderemo ad ogni tipo di richiesta entro un giorno lavorativo.